Un saluto

Con affetto, nostalgia e riconoscenza per il percorso fatto, un ragazzo di terza ha voluto salutare i compagni e la scuola. 
Ci lascia un ricordo, parafrasando le parole ben più note di Lucio Dalla, in cui ricorda i tre anni vissuti con noi i compagni e professori con cui ha condiviso emozioni ed esperienze.  Grazie a voi ragazzi di terza che nella difficoltà dell'emergenza ci avete dato un grande insegnamento di rispetto degli impegni assunti e di adattamento e avete saputo far emergere le vostre qualità più belle. 
Andate incontro alla vita portando nel cuore i begli insegnamenti di vita che il vostro Michele Rua ha cercato di farvi vivere e tornate a salutare chi li ha condivisi con voi. Un futuro radioso vi attende. 
 
https://drive.google.com/file/d/1jQl6ueeavdbIkxuwht15oi1yYknyzu1l/view?usp=sharing

Dialogo tra diafobi e diafili sul tema della distanza

Ecco lo spettacolo virtuale di fine anno scolastico 2019/2020!
Con questo video i ragazzi della scuola media, coordinati dal professore di musica Paolo Tarizzo, hanno realizzato uno spettacolo virtuale nella forma della canzone rap, che vuole riflettere ad ampio spettro sul tema della "distanza".
Il lavoro è stato pensato e creato durante il periodo della didattica a distanza, sin dai primi giorni di marzo, ed ha assunto valenza di esercitazione pratica per la materia scolastica di Musica.
Ogni ragazzo ha elaborato un breve testo ritmico sul tema che ha successivamente "eseguito" video-registrandosi.
Questo video consiste nella composizione dei lavori individuali inviati dai  ragazzi, assieme ad un testo dialogico finale, scritto invece dal professore. Anche la musica -sia elettronica sia classica (seconda parte) - viene dalla mano del professore, composta su misura dei lavori inviati dai ragazzi.
  [embed]https://www.youtube.com/watch?v=aLboI-7xwNQ[/embed]

Haiku della classe 1A 2019-20

Cari genitori, durante il periodo della didattica a distanza i vostri figli hanno dato vita a lavori personali e originalissimi, chiamando in alcuni casi anche in causa voi genitori o i fratelli. 
Vorrei, pertanto, condividere con voi, a conclusione di un anno ricco di emozioni e di colori, l'ultima loro creazione: una poesia sulle stagioni.
 

Haiku di 1B

Cari genitori, questo è il frutto del lavoro sulla poesia dei vostri ragazzi. Dopo un primo approccio alle regole poetiche si sono cimentati in un'arte tanto antica quanto ancora molto usata che è quella dell'haiku giapponese. Ciascuno ha creato la propria poesia e ha dato voce ai propri sentimenti. Un bel lavoro che li ha visti protagonisti. Un bel ricordo di questo primo anno di scuola. Elisa Abrigo Scarica il PDF

Un lavoro della classe 3A 2019-20

Cari genitori, i vostri ragazzi hanno dimostrato in questi difficili mesi di saper reagire con forza e determinazione, senza lasciarsi spaventare e abbattere.
Insieme abbiamo cercato di trovare nelle singole giornate la positività e la bellezza, lasciando spazio al sentimento e agli affetti di ciascuno.
 
Sono orgogliosa, pertanto, di condividere con voi questa raccolta di poesie ricche di vita e di colori, sperando che possano condurvi in un viaggio nelle emozioni e nei ricordi, guidati dalle parole sapienti dei vostri figli, come è successo a me leggendole.
Alessandra Battaglia
Haiku sulle emozioni

Un lavoro della classe 3B 2019-20

Cari genitori, i vostri ragazzi, come sempre ci stupiscono e ci danno motivazioni per essere orgogliosi di loro. Durante questo periodo difficile, abbiamo letto i capolavori di uomini che hanno vissuto periodi ben più duri e hanno trovato conforto in loro stessi e nella solidarietà. 
Tra uomini hanno cercato di unirsi per fare fronte comune per salvarsi dai pericoli che la vita proponeva loro ogni giorno.
Anche la III B si è lasciata toccare il cuore dalle parole dei grandi e ha provato a fare altrettanto per esprimere quanto sentiva dentro.
 
 
Ve lo condividiamo affinché anche voi possiate entrare nel mondo oscuro e profondo degli adolescenti che avete tutti i giorni intorno: i vostri figli e i loro coetanei.
Speriamo questo lavoro smuova le corde del vostro cuore come ha fatto vibrare il mio.
Elisa Abrigo