Don Bosco

La Storia di Don Bosco

home_donBoscoGiovanni Bosco nacque il 16 agosto 1815 ai Becchi, frazione di Castelnuovo d’Asti (oggi Castelnuovo Don Bosco). La sua fu una famiglia di poveri contadini. Rimase orfano del papà, Francesco, a soli due anni. Sua madre, Margherita, lo tirò su con tenerezza ed energia.

Gli insegnò a lavorare la terra e a vedere Dio dietro la bellezza del cielo, l’abbondanza del raccolto, il temporale che schiantava le viti. Mamma Margherita, nella chiesa, aveva imparato a pregare, e lo insegnava ai suoi figli. Per Giovanni pregare voleva dire parlare con Dio in ginocchio sul pavimento della cucina, pensare a lui seduto sull’erba del prato, fissando lo sguardo al cielo. Da sua madre, Giovanni imparò a vedere Dio anche nella faccia degli altri, dei più poveri: nella faccia dei miseri che l’inverno venivano a bussare alla porta della loro casetta, e ai quali Margherita rattoppava le scarpacce e dava un brodo caldo.

Fu da questa semplicità che Giovaninno imparò ad avvicinarsi a Dio. Il sogno dei nove anni, rimasto famoso nella storia del Santo, resterà nella sua memoria e indirizzerà tutta la sua vita in maniera così forte da farlo scoppiare in lacrime quando, ormai vecchio, durante la celebrazione dell’Eucarestia, come in un rapidissimo flash back, vide dinanzi a sè il sogno stesso e quanto si era realizzato.

Morirà il 31 gennaio 1888 attorniato dai suoi principali collaboratori, ormai stretti nella Famiglia Salesiana, e da centinaia di giovani che lo consideravano loro padre.